faces

Da quando ho iniziato a lavorare ho visto circa 90.000 persone, faccia più faccia meno.
Già dopo due settimane mi sembrava di riconoscere qualcuno, di notare tratti familiari, di averci già parlato addirittura.
Ma realisticamente la cosa è piuttosto difficile dato che i miei visitatori sono soprattutto stranieri, per lo più da fuori Italia, spesso da oltre Europa. Due volte a Venezia? Due volte nel mio padiglione? That’s very hard…

È incredibile quanti tratti diversi esistano, quante combinazioni inedite, quanti volti differenti.
Ed è altrettanto straordinario il potere della nostra mente di cogliere questi tratti, immagazzinarli, radunarli, a volte semplificarli. Per non dimenticare, per non farci fare brutta figura, per non confondere il noto con l’ignoto.

Purtroppo la cosa funziona anche nell’altro senso e così ciò che ci è ignoto ci appare, per qualche motivo, un pochino noto

Annunci

1 Response to “faces”


  1. 1 utente anonimo 28/08/2009 alle 13:47

    Mi è capitato spesso di pensare a questa cosa.:-)


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...





%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: