Ma

Ma se in due anni di governo le priorità si sono spostate dalla risoluzione del conflitto di interessi e dalla riforma elettorale alle liberalizzazioni e alle discussioni accese su coppie di fatto e rifinanziamenti alle missioni varie.

Ma se negli ultimi due anni abbiamo sentito i vari esponenti del centro-sinistra dire queste cose (da Carta canta di Marco Travaglio di oggi, martedì 29 gennaio 2008)

"Se cade Prodi lo scenario più rispettoso della volontà degli elettori è che si vada a votare: non vedo francamente maturare le condizioni per larghe coalizioni o governi tecnico-istituzionali" (Piero Fassino, segretario Ds, 30 ottobre 2006)

"Se cade Prodi si va al voto, un altro governo non c’è" (Piero Fassino, segretario Ds, 23 settembre 2007)

"Se cade questo governo si va a elezioni anticipate" (Piero Fassino, segretario Ds, 22 settembre 2007)

"Se dovessero accadere pasticci, cade il governo. Non ci sono larghe intese che tengano, a quel punto si va a elezioni" (Giovanni Russo Spena, capogruppo Rifondazione al Senato, 30 ottobre 2006).

"Questo governo non ha alternative, dopo Prodi ci sono le elezioni" (Francesco Rutelli, leader Margherita, 25 luglio 2007)

"Un governo tecnico o istituzionale? Ma no, se Prodi dovesse cadere, dopo di lui ci sono soltanto le elezioni" (Francesco Rutelli, 24 ottobre 2007)

mentre ora li sentiamo dire

"Chi vuole le elezioni ora perché forse pensa di perdere l’occasione di vittoria e non sente altre ragioni non ha respiro verso il futuro. Occorre avere senso di responsabilità istituzionale, nazionale, mostrando di avere a cuore gli interessi degli italiani e non propri interessi di partito e dando vita a un governo istituzionale per le riforme che duri un anno" (Walter Veltroni, 26 gennaio)

"Il Pd e Rifondazione chiedono al presidente Napolitano un governo istituzionale per evitare lo scioglimento del Parlamento e fare insieme le riforme più impellenti" (dai giornali del 27 gennaio 2007).

Ma se nessuno sembra saper dare un nome per un premier temporaneo a capo di un governo itsituzionale che sia non dico approvato da tutto lo spettro politico, ma almeno da tutta l’Unione

…come faccio a non pensare che una sonora sculacciata alle elezioni in fondo in fondo se la meritino?

Annunci

0 Responses to “Ma”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...





%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: