…e a tutti griderò di non partire più!

"Quel giorno fui colpito da un pensiero. I veri terroristi eravamo noi, i soldati americani. Eravamo noi che terrorizzavamo gli iracheni. Noi che li picchiavamo. Noi che distruggevamo le loro abitazioni. Quasi sicuramente stupravamo anche le loro donne. E quelli che non venivamo uccisi da noi avevano utte le ragioni del mondo per diventare terroristi. Visto quanto stavamo facendo al loro popolo, chi poteva biasimarli se ci volevano uccidere, noi militari e con noi tutti gli americani? Questo pensiero malato si insinuò come un cancro nel mio stomaco. Crebbe e diventò sempre più grande, sempre più fastidioso. Noi, in Iraq, eravamo diventati terroristi."

Queste righe sono di Josha Key, un soldato americano che è stato mandato in Iraq e quando si è reso conto di quello che faceva laggiù l’esercito americano ha scelto di disertare, di non farne più parte.
Ma non solo. Ha deciso di raccontare a tutti la sua storia: il reclutamento, l’addestramento, tutti i luoghi e le azioni –anche le più orrende – di una guerra che continua ogni giorno a togliere la dignità di centinaia di persone, irachere ed americane. E non è finzione, è una guerra che c’è davvero, nemmeno tanto distante da noi e della quale, per di più, siamo diretti responsabili.

Leggetelo!

Annunci

1 Response to “…e a tutti griderò di non partire più!”


  1. 1 utente anonimo 06/07/2007 alle 11:50

    direi che ho trovato il mio prossimo acquisto 😉

    Knup


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...





%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: