Vi trascrivo l’editoriale dell’Internazionale della settimana scorsa. Non credo ci sia nient’altro da aggiungere.

Barbarie
Va bene, ammettiamo che Adriano Sofri abbia ragione e che sia meglio rifinanziare la missione italiana in Afghanistan, mettendo da parte le questioni di coscienza, vere o fasulle che siano. Ammettiamo pure che Emma Bonino non abbia tutti i torti chiedendo a Romano Prodi un ritiro dall’Iraq graduale e concordato. Possiamo perfino trovarci d’accordo con Gianni Riotta, quando dice che lui sta con Israele perché la sola pace è nella libertà. Però vorremmo anche sentir dire che non è ingenuo o infantile volere, chiedere, addirittura pretendere che la parola guerra sia cancellata dal vocabolario della politica e della diplomazia; che l’uso delle armi come metodo per risolvere i conflitti è semplicemente incivile, indegno, ingiusto; che abituarsi al numero di civili morti ogni giorno in guerra è il segno preoccupante del grado di barbarie che abbiamo, tutti, raggiunto. – Giovanni De Mauro

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...





%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: