creatrice di ali

Oggi ho finito le ali che stavo costruendo.
, dal niente ho creato delle bellissime ali per il costume di Carnevale di mia sorella che ora saltalla felice per tutta la casa, ringraziando ora me, ora mia mamma (che ha fatto il resto del costume), ora mia nonna, mio papà, mio fratello, perché, si sa quando si è felici, si ha voglia di ringraziare un po’ tutti.

Tornando alle mie mmmmagnifiche ali, diciamo che non è proprio vero che le ho create dal nulla.
All’inizio c’era del fil di ferro – di 3 mm di diametro per essere precisi -, con una manualità che non credevo di possedere, visto e considerato che le mie dita e le mie mani risultano piuttosto tozze, sono riuscita a fare assumere a questo filo con una vaga forma circolare, la forma delle ali di Stella, fatina preferita di mia sorella.
Con mia enorme meraviglia, la forma è davvero uguale, cosa davvero incredibile (insomma, spesso non riesco a riprodurre con i pennelli le immagini precise che ho in testa, mai avrei immaginato di poterlo fare con del fil di ferro!!)
Poi io e mamma abbiamo preso le misure per il tulle che le avrebbe ricoperte ed abbiamo imbastito le varie alette. Poi ho ritagliato le punte, ho imbastito anche quelle e mamma ha fatto, con la macchina da cucine, la cucitura finale del tutto.
Stamattina poi, dopo varie ipotesi su come far aderire le ali alla schiena di Celeste (in un momento particolarmente difficile avevo anche pensato all’attack a vita...), ho attaccato le bretelle e ho terminato l’opera.
Il risultato è stato davvero soddisfacente, e non solo per la luce che brillava negli occhi di mia sorella!

Spero di diventare anch’io una mamma-McGuyver, che sarà in grado di fare anche il costume più strampalato che il suo figlio desidera tanto per Carnevale!!

Annunci

3 Responses to “creatrice di ali”


  1. 1 maddyaff 06/02/2006 alle 09:32

    io una volta ho provato, molti anni fa, a fare per la mia sorellina un costume da angelo, e avevo già la base da cui partire, ma devo dire con assoluta franchezza che ad opera terminata, di luce negli occhi della piccola ce n’era ben poca…Ho capito che non sarò mai una “mamma-mcguyver”
    😦

  2. 2 menadedanzante 06/02/2006 alle 22:37

    Ta tata ta tata…(musichetta di McGyver)

    Non mi sorprende affatto… tu sei un’artista nata!
    Bacio

    M. (senza bici e vittima di misteriosi sms)

  3. 3 Sisila 07/02/2006 alle 18:48

    Dai Maddyaff, nn abbatterti! L’importante è essere una mamma-McGuyver in qualcosa, specializzati in qualcos’altro. Tipo dei super mega dolci….mmmm…


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...





%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: