interessa?

Negli ultimi due anni, la guerra per il petrolio è costata 200 miliardi di dollari. Friends of the Earth stima che cosa sarebbe successo se quel denaro fosse stato destinato allo sviluppo delle fonti energetiche alternative, quelle che possono sostituire il petrolio. Ad esempio, si sarebbero potuti produrre 40 gigawatt di energia solare, capaci di fornire 1.000 terawatt-ora di elettricità. Un dato stratosferico, e per meglio visualizzarlo si dirà che esso è pari a 2,5 volte il totale di energia resa disponibile dal petrolio prodotto in Iraq in questi due anni di morte e crimini. Oltretutto, questo aumento enorme nel numero di pannelli fotovoltaici ne avrebbe abbattuto il prezzo da 20 a 8 centesimi di dollari e avrebbe potuto rendere l’energia solare competitiva e più accessibile anche nei paesi poveri. Oppure si sarebbero potuto installare dei generatori eolici in mare, producendo circa 5.000 terawatt-ora di elettricità.

da http://www.socialpress.it

Annunci

2 Responses to “interessa?”


  1. 1 WhiteFang 04/12/2005 alle 11:20

    Fra l’altro padre Alex Zanotelli segnala come basterebbero 40 miliardi di dollari per sfamare (credo intenda nel senso di “far uscire dalla denutrizione”) tutta l’umanità.

    Mica poco.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...





%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: