bullet proof… I wish I was

Ho corso per arrivare a prendere la corriera. La quale ovviamente era in ritardo.
A bordo c’erano molte persone in piedi, ammassate nei pressi delle porte, di conseguenza non c’era posto per tutti noi studenti che volevamo salire. Sarebbe bastato che tre o quattro persone avessero fatto tre passi, si fossero semplicemente spostate. Invece no, quindi sono rimasto a piedi.
Venti minuti dopo è arrivata un’altra corriera, sempre stipata, ma stavolta ce l’ho fatta a salire. Ho passato mezz’ora appoggiato con l’osso sacro ad un palo di acciaio tenendomi con una mano sul poggiatesta di una signora, dopodiché finalmente sono riuscito a sedermi. Peccato che il sedile fosse in una posizione tale per cui era impossibile dormire, anche a causa delle repentine accelerazioni e frenate che impedivano alla mia testa di stare ferma. Di conseguenza sono rimasto altri venti minuti rannicchiato di lato (non c’era spazio per tenere le gambe dritte), provando a leggere.
Risultato: ora ho un mal di schiena che mi sembra di essere stato preso a bastonate ed il morale sotto le scarpe…

Limb by limb and tooth by tooth
Tearing up inside of me
Every day every hour
I wish that I was bullet proof

Annunci

0 Responses to “bullet proof… I wish I was”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...





%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: