tempo

Il tempo mi scivola dalle dita. È già il 7 di giugno e tra una settimana esatta dovrei dare un esame per il quale non sono ancora riuscita a trovare il tempo di studiare. Cosa ho fatto nel mentre?? È ormai un mese che ho finito le lezioni ed è da tre settimane che mi riprometto di chiamare MenadeDanzante, per sapere come sta, per metterci d’accordo per l’estate e per parlare semplicemente. Ma, niente, ogni sera, passa l’ora, passa il momento, ho qualcosa di impellente, e mi riprometto di farlo il giorno dopo.
Oggi è arrivato mezzogiorno e non me ne sono accorta, improvvisamente, nel pomeriggio, puf! le sei, e poi le sette e mezza e le otto e quaranta e le nove e un quarto e… e…
La verità è che non ho più l’ansia di fare tutto, di incastrare tutto. Ora o faccio le cose con calma, oppure non le faccio. Non mi va di fare il numero, aspettare battendo i piedi che la voce dall’altro capo si faccia sentire, dire quattro parole, velocemente, accennare a mezzo discorso e poi terminare e correre via di nuovo. No, non è giusto. Piuttosto, risparmio i due minuti di oggi e li aggiungo ai venti di domani. Però, dall’altra parte va a finire che anche i venti di domani diventano due che si sommano per un ipotetico dopodomani e poi… ma ci penserò domani!

Buonanotte

Annunci

5 Responses to “tempo”


  1. 1 WhiteFang 07/06/2005 alle 11:06

    O vergine, cogli l’attimo che fugge,
    Cogli la rosa quand’è il momento,
    Che il tempo, lo sai, vola:
    E lo stesso fiore che sboccia oggi,
    Domani appassirà.

  2. 2 Sisila 07/06/2005 alle 18:25

    devo leggere tra le righe qualche messaggio strano?!?!? =P

  3. 3 WhiteFang 07/06/2005 alle 22:16

    Si’.
    Volevo dirti di stare attenta al domani. Fare le cose con la dovuta calma e’ giusto, anzi e’ il modo migliore per assaporare veramente la vita. Questo pero’ comporta, per forza, il dover “sacrificare” qualcosa.

    Secondo me bisogna stare molto attenti a cio’ che si sacrifica, perche’ gustare la propria vita non implichi perderne dei pezzi per strada.

  4. 4 utente anonimo 08/06/2005 alle 11:52

    In verità voleva dire: “Donna, ce l’ho duro; compi il tuo dovere prima che s’ammosci”

    Il tutto andrebbe sottolineato da un gesto atto ad indicare il luogo bisognoso d’attenzioni.

  5. 5 Sisila 12/06/2005 alle 21:10

    DrM, come sei materialista…
    Si vede che non sei al nostro stesso livello intellettuale-filosofico! (…)


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...





%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: